La valutazione posturale

valutazione posturale

Cos’è la valutazione posturale?

La valutazione posturale è un tipo di valutazione effettuata dal fisioterapista, che serve ad indagare quale sia la “posizione naturale” che il nostro corpo assume nello spazio. Questa posizione spesso, a causa di accorciamenti muscolari, stress, dolori e altro potrebbe non essere corretta e portare con il passare del tempo a dolori in diverse aree del corpo.

Quando si parla di postura vengono solitamente in mente problemi legati alla colonna vertebrale quali scoliosi, iper lordosi, iper cifosi… Queste sono solo una parte delle problematiche che possono essere indagate con una valutazione posturale.

La postura infatti non riguarda solo la colonna vertebrale o singolarmente gli arti inferiori o superiori. La postura è data dall’orientamento reciproco che questi segmenti hanno tra di loro. Ad esempio è possibile che un mal di schiena sia dovuto ad un appoggio non corretto del piede (per fare un buon palazzo è necessario che le fondamenta siano solide). O ancora, se i sistemi deputati al controllo dell’equilibrio (vista, vestibolo e propriocezione) non funzionano correttamente è possibile aspettarsi una postura scorretta.

Come valutare la postura

Un’attenta valutazione posturale, sia in condizioni statiche (paziente fermo in piedi) che in condizioni dinamiche (ad esempio durante il cammino), spesso mette in luce alcuni scostamenti dalla postura perfetta ideale. Nella maggior parte dei casi sono visibili diversi tipi di alterazioni anche in soggetti che non riferiscono alcun dolore; spesso queste anomalie posturali possono essere presenti per anni e venire svelate solo quando cominciano ad essere molto accentuate e dolorose.

Per questo motivo la valutazione posturale non deve focalizzarsi solo sull’anomalia osservata ma deve tenere in considerazione come questa anomalia va a modificare l’armonia totale del corpo.

L’occhio del fisioterapista è lo strumento migliore per poter osservare le alterazioni che tale anomalia può causare sull’armonia del corpo e sul rapporto che i vari segmenti corporei hanno tra di loro.

I muscoli come tiranti

La valutazione posturale tende anche a osservare in che misura la postura scorretta influenza la forza muscolare dei muscoli interessati. In una postura alterata è possibile aspettarsi che alcuni gruppi muscolari lavorino più di altri, fungendo come da tiranti, e che altri, opposti, siano invece più deboli. Questa debolezza potrebbe riflettersi nella vita quotidiana creando difficoltà nello svolgere alcuni compiti, oltre a creare uno squilibrio muscolare che può essere aggravare la postura errata stessa.

In ultima analisi quindi, l’intervento del fisioterapista sulla postura, può anche riguardare il ri-equilibrio dei gruppi muscolari in modo che lavorino in maniera coordinata per ristabilire un più corretto allineamento posturale.

Richiedi la tua valutazione posturale

One comment

Leave a Reply